×
DOMANDE&RISPOSTE PROFESSIONISTI FAI UNA DOMANDA CHI SIAMO

CRISI DI COPPIA: IN AMORE VINCE CHI FUGGE? Alti e bassi in amore: come affrontarli?

Problemi di coppia (08/05/2021)

Sono fidanzata con un ragazzo, che mi piace molto. Ma viviamo una relazione di continui alti e bassi. A turno fuggiamo l’uno dall’altro. Ho la sensazione che se lo faccio soffrire un po’, non lo chiamo, faccio la preziosa, poi lui comincia a cercarmi di più. E ci sono quei momenti di grande amore e passione. Ma finiamo a litigare spesso. Non mi sembra una cosa sana, ma non so come altro fare. Avete dei consigli?

terapeuta Elena Bianchi

Dott. Elena Bianchi

Risposta del 08/05/2021

Gessate

ALTI E BASSI IN AMORE: COME AFFRONTARLI?

 

Cara G,

Immagino che tu stia vivendo un momento difficile. Questi continui alti e bassi devono essere faticosi, imprevedibili e difficili da gestire. La sensazione sembra un po’ quella di essere sulle montagne russe, in cui ci sono continue salite e discese improvvise. In questa situazione deve essere difficile trovare un equilibrio.
Sarebbe importante capire se il vostro rapporto di coppia sia sempre stato caratterizzato da questi continui alti e bassi oppure se questi hanno iniziato a presentarsi soprattutto nell’ultimo periodo. 
Hai mai sentito il detto “In amore vince chi fugge”? Si tratta di una dinamica relazionale basata sull’accrescere il desiderio dell’altro senza soddisfarlo nell’immediato, quello che hai definito bene con il termine “faccio la preziosa”. In questa dinamica, la persona cerca di “farsi desiderare”, adottando diverse strategie come “non chiamare” o “rispondere dopo un lasso di tempo prolungato”. Questo crea nel proprio partner un senso di attesa sempre più forte e il timore che ci sia qualcosa che non funziona unito alla paura di perdere l’altro. Il non sapere cosa stia succedendo, la paura, l’incertezza generano a lungo andare un senso di insicurezza. Tutti questi elementi finiscono per influenzare la qualità del legame d’amore tra i partner. Il rischio, infatti, è quello di perdere o di non riuscire a coltivare altri aspetti importanti della relazione amorosa, come: la cura, l’appagamento, il senso di realizzazione, il senso di fiducia, la reciprocità (quando le azioni ed i pensieri di entrambi sono volti a creare uno scambio equo di cura e desiderio).   
Mi sembra che, da quello che descrivi, questa dinamica possa essere simile a quella che si attua nel vostro caso.

 

IN AMORE VINCE CHI FUGGE: QUALI SONO I RISCHI DI QUESTA STRATEGIA?

Una dinamica relazionale basata sulla continua fuga e ricerca può condurre ad alcune difficoltà nella relazione di coppia, fino a mettere in crisi la sua tenuta.
Mi sembra importante evidenziare alcuni elementi che possono aiutarci a riflettere sui rischi di questa dinamica:

  • Effetti della fuga in amore:
    Inizialmente la fuga può produrre nel partner che la subisce una grossa attivazione, che lo porta ad “inseguire” chi fugge. La spinta dell’inseguimento diventa la paura e il bisogno di controllare la situazione per il timore di perdere l’altro.
    A lungo andare questa situazione di preoccupazione ed incertezza crea tensione e infine una possibile quota di rabbia ed aggressività, dovuta al fatto di non sentirsi amati, se non addirittura maltrattati.
  • Indifferenza in amore: a volte possiamo imporci e sforzarci di non farci sentire o adottare atteggiamenti per fare in modo che l’altro ci desideri. L’indifferenza può essere una strategia manipolatoria (cioè: fingo indifferenza per farmi desiderare e averti in pugno), rischiando di promuovere una relazione poco autentica o, peggio, dominata da dinamiche non sane, che vanno nella pericolosa direzione di “ferire l’altro” o di “dominarlo”, nel senso di averlo sotto controllo.
  • Incertezza che logora la coppia: i continui, bruschi ed inaspettati cambiamenti all’interno della relazione di coppia possono con il tempo creare un senso di sfiducia di base nei confronti del proprio partner e della relazione. Questo porta a mettere in continua discussione tutto e facilmente ogni cosa diventa il pretesto possibile per una nuova lite.  Attenzione, perché questa dinamica, ripetuta nel tempo, può strutturarsi come un vero e proprio stile relazionale della coppia (cioè come i due partner tendono a comportarsi tra loro). 

 

IN AMORE VINCE CHI FUGGE: QUALI ALTERNATIVE POSSIBILI?

Potrebbe essere importante trovare una modalità relazionale alternativa. Provo a presentarti di seguito alcuni spunti di riflessione, che possono fornirti qualche idea di partenza:

  • Desiderio sano: cercare di coltivare un desiderio basato sulla reciprocità e la cura dell’altro. Un desiderio che non sia frutto della mancanza e della paura, ma di un desiderio di essere appagati e di appagare l’altro. 
  • Dialogare meglio: mi sembra che il vostro dialogo sia un po’ bloccato e che ci possano essere molti “non detti tra voi”, molti fraintendimenti. Sarebbe importante cercare di affrontarli e provare a fare una maggiore chiarezza, ad esempio rispetto a ciò che desiderate l’una verso l’altro. 
  • Conflitti e litigi: le relazioni di coppia sono fatte anche di litigi. È importante prendersi uno spazio per confrontarsi e capire insieme come poter eventualmente ricucire la situazione, in modo che il conflitto possa se mai trasformarsi in un’occasione di confronto e di cambiamento.
  • Intimità e sessualità: mi sembra che la sessualità sia per voi un modo di ritrovarvi e risolvere i momenti di tensione, i conflitti. Ma forse ci potrebbero essere anche altri modi per essere intimi e vicini, che potrebbero essere da esplorare meglio.
  • Vicinanza e lontananza: nella situazione che descrivi, mi immagino che possa essere difficile stare assieme, ma anche stare lontani. È possibile che la vostra vita di coppia sia accompagnata spesso dalla tensione di trovarvi, ma anche di lasciarvi per la paura di perdervi.  Chissà se non ci possa essere anche un modo di coltivare una distanza più equilibrata, in cui incontrarsi senza strategie, e senza preoccupazioni, senza imporsi di farsi desiderare o fuggire. 

Cara G., questo momento di crisi e difficoltà può essere osservato e affrontato per scoprire qualcosa di nuovo su di te e sulla tua relazione. Un primo passo, se volessi approfondire gli spunti che ho condiviso con te, potrebbe essere quello di chiedere un consulto psicologico, utile ad ampliare la riflessione sulla dinamica in corso tra te e il tuo partner.