×
DOMANDE&RISPOSTE PROFESSIONISTI FAI UNA DOMANDA CHI SIAMO

LA GELOSIA PATOLOGICA NELLA COPPIA

Problemi di coppia (13/03/2021)

Buongiorno, ho tra i 30 e i 40 anni e da 1 anno ho una relazione sentimentale importante con una ragazza. Con lei ho intenzioni serie e abbiamo dei progetti futuri. Il problema è che più si intensifica la relazione e più io sono assalito dalla gelosia. Litighiamo spesso, sono convinto mi tradisca. Lei cerca di rassicurarmi ma io non riesco a trattenermi, non mi fido, ho paura e la controllo, è più forte di me. Lei non ce la fa più di me. Ho paura di perderla, potete aiutarmi?
M.

terapeuta Claudia Macaluso

Dott. Claudia Macaluso

Risposta del 13/03/2021

Milano

PERCHE’ SONO GELOSO? NON RIESCO A CAPIRLO

Gentile M.,
da come descrivi la tua situazione emotiva, mi pare che tu sia pervaso da una gelosia intensa.
La gelosia è uno stato comune di preoccupazione, socialmente accettato in vari contesti. Tutti nella vita abbiamo provato qualche volta questo sentimento, talvolta non facile da gestire.
La gelosia di per sé non è sempre negativa, è un segnale di attaccamento al proprio oggetto di amore (“Sono geloso perché la amo”). Si dice anche che sia il sale dell’amore e tutti un po’ la proviamo quando siamo coinvolti. Ad esempio, quando abbiamo il timore che qualcuno potrebbe portarci via la persona amata, la gelosia può diventare un modo di proteggere ciò a cui teniamo, attivando un’attitudine di protezione di sé e dell’oggetto d’amore. Tuttavia, è uno stato emotivo anche difficile da gestire perché può anche attivare, nei termini di ansia, preoccupazione, rabbia, tristezza, vergogna e invidia, fino ad arrivare a togliere il sonno o fare provare uno sconforto anche molto profondo (vissuti depressivi).
Nel tuo caso sarebbe importante capire se ci possa essere qualche motivo reale per temere di perdere la tua partner o se la gelosia possa avere gli aspetti di una gelosia irrazionale e immotivata cioè non fondata su aspetti concreti di paura e preoccupazione.
Proverò di seguito a fornirti qualche spunto di riflessione sulla gelosia e sulla tua situazione, nella speranza di aiutarti a capire meglio quello che ti sta accadendo.

 

COME GESTIRE LA GELOSIA NELLA RELAZIONE DI COPPIA

Per poter agire nella maniera più adeguata, è utile imparare a riconoscere quando la gelosia è frutto delle nostre paure, ad esempio delle nostre fragilità affettive o se invece ci potrebbero essere delle motivazioni più concrete, reali. È importante capire come sia nata la gelosia (il sintomo). Ad esempio, se vi siano stati in passato dei tradimenti o dei comportamenti poco chiari della tua partner che possono avere attivato la gelosia. Per questo sarebbe utile inquadrare meglio il sentimento di gelosia che provi. Puoi:

  • ripensare alle tue relazioni precedenti: sarebbe utile fare un pensiero sulle tue relazioni sentimentali passate per capire se quello della gelosia possa essere una sorta di copione che si attiva in automatico quando sei coinvolto in una relazione d’amore più o meno consolidata, cioè quando i sentimenti di attaccamento alla persona amata si intensificano.
  • Ripensare alla tua storia affettiva: forse potresti trovare qualche altro spunto di riflessione ripensando al tuo passato e alle relazioni famigliari, ad esempio questioni relative al tradimento. È possibile che ci sia stato qualche elemento traumatico di questo tipo nella tua storia?
  • Ripensare alla dinamica che c’è tra te e la tua partner: è utile anche pensare bene alla vostra relazione e valutare se possano esserci ad esempio degli atteggiamenti ambigui da parte della tua partner che non ti lasciano mai tranquillo. Oppure se anche tra di voi possano esserci stati in passato dei momenti di tradimento o situazioni vicine al tradimento.
  • Prova a definire meglio le caratteristiche della tua gelosia attuale: Operare questa distinzione può essere di aiuto per non essere più in balia delle proprie paure che spesso portano ad affaticare le relazioni di coppia. Per capire se la tua gelosia assume degli aspetti eccessivi, puoi verificare se ti sembra di riconoscerti in situazioni simili a quelli che ti descrivo qui di seguito:
  1. pensi continuamente che lei ti tradisca e a tratti ne sei convinto (pensieri incontrollabili ed ossessivi sul tradimento);
  2. Immagini spesso che la tua ragazza ti tradisca e ne sei a tratti convinto (deliri di tradimento);
  3. non dormi mai bene, fai fatica ad addormentarti, ti svegli spesso, hai degli incubi, sei sempre stanco (insonnia);
  4. La controlli spesso: il telefono, l’abbigliamento, le mail, la pedini, la tempesti di chiamate, le chiedi sempre chiarimenti (comportamenti controllanti);
  5. la accusi e la provochi spesso, litigate continuamente (atteggiamenti provocatori);
  6. ti senti colpevole per i tuoi pensieri, sentimenti e comportamenti. Provi mortificazione per ciò che succede, vorresti non averlo mai fatto (senso di colpa);
  7. sei angosciato e temi di perderla (angoscia di perdita);
  8. hai paura che ti lasci e di ritrovarti da solo (paura dell’abbandono);
  9. pensi spesso male di lei (pensieri negativi, dubbi, sospetti);
  10. desideri spesso stare solo o solo con lei (isolamento);
  11. spesso non sai cosa fare o pensi sia tutto inutile (senso di impotenza);
  12. ti senti spesso in ansia;
  13. ti senti molto triste e sconfortato, ti viene voglia di mollare tutto (depressione);
  14. spesso e volentieri fai uso di farmaci e alcol, che ti danno sollievo (abuso di sostanze);

La frequenza, l’intensità e la pervasività (quanto influiscono sulla tua vita) di questi sentimenti e comportamenti definisce il confine, per quanto incerto, tra sentimento di gelosia fisiologico (cioè sentimento pertinente a un rischio reale) e quello di gelosia patologico, cioè sentimento soggettivo o irrazionale. Le persone patologicamente gelose mettono in atto dei comportamenti spesso di controllo e accusa che in realtà minano l’equilibrio di una coppia. Fare questa distinzione è molto importante perché permette di capire come intervenire.
Nei casi di gelosia eccessiva, parlare con un esperto può essere utile per comprendere quale possa essere il meccanismo scatenante la gelosia. Può essere utile gestire la situazione per riacquisire un equilibrio personale e di coppia, non facendosi sopraffare da dubbi, ansie e preoccupazioni.

 

GELOSIA: DIVERSI MODI DI MANIFESTARLA

E’ possibile definire diversi modi di vivere la gelosia, come ad esempio:

  • gelosia dovuta a profonde insicurezze e fragilità personali, a mancanza di autostima porta a continue e sfibranti richieste al partner di attenzioni e rassicurazioni. Può portare a vissuti depressivi dovuti all’angoscia di non sentirsi all’altezza del partner e quindi alla paura di essere lasciati (paura dell’abbandono).
  • Gelosia ossessiva: la persona è ossessionata da pensieri intrusivi legati alla paura del tradimento e/o di perdita del partner. Egli non riesce a controllare e a fermare tali paure nonostante sia consapevole di non avere prove di eventuale infedeltà. Può provare vergogna di tali sentimenti e pensieri, che vive come intrusivi, immotivati e irrazionali.
  • Gelosia paranoica: caratterizzata da un continuo pensiero sospettoso a riguardo delle persone e quindi anche della fedeltà del partner che viene vissuto come malevolo o minaccioso.

Ti sembra di riconoscerti in una di queste situazioni?

 

COME TENERE SOTTO CONTROLLO LA GELOSIA: AIUTO PSICOLOGICO

A volte vi può essere la tendenza a pensare di non poter cambiare la situazione o che col tempo la gelosia potrebbe stemperarsi da sola ma non sempre accade perché a volte si tratta di meccanismi di paura ed insicurezza radicati nel profondo, rispetto ai quali è difficile trovare rassicurazioni.
In generale nei casi di gelosia patologica parlare con un esperto può essere utile per imparare a vivere le relazioni con maggiore serenità e consapevolezza. Lo psicologo può aiutarti a:

  • acquisire consapevolezza di quanto sia pervasiva ed immotivata la sua gelosia;rielaborare la storia passata per aiutarti a cambiare ( un’ottica trasformativa);
  • affrontare il vuoto e le insicurezze personali;
  • imparare a riconoscere quando la gelosia è frutto delle nostre paure, cioè fragilità o ha delle motivazioni valide;
  • imparare ad avere fiducia;
  • tollerare il rischio relazionale;
  • imparare a gestire il sentimento della gelosia.

 

CAUSE DELLA GELOSIA PATOLOGICA

 Di solito alla base della gelosia patologica vi è qualche carenza profonda esperita fin dall’infanzia e l’impossibilità successiva di elaborare questo vissuto. L’ambiente famigliare può essere stato mancante nel soddisfare i bisogni profondi del bambino, diventando un ambiente svalutante, inaffidabile, poco capace di infondere affetto, calore, consolazione, possibilità di confidarsi e di ricevere conforto. Tali mancanze lasciano un vuoto profondo carico di:

  • insicurezze personali
  • vissuto di inadeguatezza e di essere privi di qualità
  • senso di scarsa amabilità
  • paura dell’abbandono e di essere lasciati soli
  • deprivazione emotiva
  • scarsa autostima