×
DOMANDE&RISPOSTE PROFESSIONISTI FAI UNA DOMANDA CHI SIAMO

AMORE E SOCIAL NETWORK: CONOSCERSI SU UNA APP DI INCONTRI

Difficoltà relazionali (08/06/2021)

Sono una ragazza single, lavoro tanto e mi sento molto sola.
Una mia amica mi ha detto, perché non ti fai Tinder?
A me sembra squallido conoscersi su internet, e mi vergogno anche un po’…
Ma poi mi dico anche, che male c’è, se l’alternativa è non incontrare nessuno?
Cosa ne pensate? Ho bisogno di un parere esperto…
C.

terapeuta Marta Grossi

Dott. Marta Grossi

Risposta del 08/06/2021

Milano

DATING APP: PERCHE’ USARE LE APP DI INCONTRI?

Gentile C.,
Mi pare di capire che hai una vita molto occupata dal lavoro e probabilmente non ti resta molto tempo libero per fare nuove conoscenze. Non so da quanto tempo tu sia single, però dici di sentirti molto sola, tanto che stai accarezzando l’idea di provare a utilizzare le App di incontri. Ma sembri perplessa, probabilmente apprezzi di più gli incontri casuali? Di questi tempi l’utilizzo dei social network è diventato parte integrante della nostra vita, ma una modalità non esclude l’altra.
Il nostro mondo relazionale si costruisce anche attraverso internet, e di conseguenza, alle volte, anche grazie all’utilizzo delle dating app. Proprio per questo sono usate da un numero sempre maggiore di persone di qualsiasi età. 
Ci chiedi un parere sull’utilizzo delle App d’incontri. Difficile dartene uno, perché è una faccenda più complicata di quello che sembra. Forse la domanda di fondo è “se sia possibile” trovare la persona giusta in rete. E se sia possibile gestire con oculatezza questi strumenti. Mi sento di dirti che non devi giudicarti se pensi di utilizzarle, in un’era digitale come la nostra, sono un modo come un altro per incontrare persone nuove. 

 

APP DI INCONTRI: COME UTILIZZARLE

Le dating app sono piattaforme semplici e intuitive in grado di mettere in contatto tra di loro persone dapprima sconosciute
Sono utilizzate sempre di più come luoghi relazionali virtuali, in cui è possibile ampliare il proprio giro di conoscenze. Questo vale anche, in generale, per i social network più utilizzati.
Il loro utilizzo non è di per sé negativo, e non va demonizzato.
È importante piuttosto conoscerle, e conoscerne le implicazioni sul piano psicologico e relazionale.
Rischi oggettivi:

    • Incertezza rispetto all’identità altrui: internet rende molto più semplice nascondere la propria vera identità. Utilizzando foto, avatar, nickname, è molto facile non rivelare veramente chi si è. Quando chatti con qualcuno, è possibile che tu ti faccia un’idea di quella persona molto diversa da ciò che è nella realtà.
    • Fornire propri dati: l’altro lato della medaglia… essere su internet significa anche concedere molte informazioni su di sé, soprattutto se l’intenzione è di presentarsi nel modo più autentico possibile. Questo significa che molti tuoi dati (dati anagrafici, ma anche foto, conversazioni) escono dal tuo controllo, per entrare nel mondo della rete. 
    • Adescamenti: in generale si parla di adescamenti quando si ha a che fare con minori, che rischiano di essere ingannati e circuiti da malintenzionati. Non è il tuo caso, ma parlando dei rischi che si corrono nell’utilizzo della rete per conoscere persone, è doveroso fare cenno anche a questo fenomeno, almeno a titolo di conoscenza.

In generale, è buona norma non fornire troppi dati personali, e preferire che le dating app e i social network fungano da primo contatto, per poi far crescere un’eventuale relazione nella realtà.
Rischi psicologici:

  • Centralità dell’immagine: l’utilizzo dei social network ti costringe a mostrarti e farti conoscere principalmente sulla base del tuo aspetto esteriore. Questa forte concentrazione sul corpo può accentuare o scatenare comportamenti volti al controllo del corpo, come ad esempio il body checking (il bisogno ricorrente e ripetitivo di controllare la misura del proprio corpo, ad esempio controllando che la mano riesca a chiudersi intorno al polso ecc…)
  • Sotto giudizio: conoscersi in chat ti porta a sentirti costantemente sotto giudizio, poiché chiunque, in qualunque momento, senza che tu sia presente, e ne sia consapevole, può valutarti, esprimere piacere o dispiacere per te, oppure lasciarti un feedback, positivo o negativo. Questo può impattare sulla tua autostima, sulla fiducia in te stessa e sull’accettazione di te, indipendentemente dal giudizio esterno.
  • Tendenza all’oggettivizzazione della persona: soprattutto in alcuni siti, le persone sono esposte come fossero merci di consumo in un supermercato. Questo può contribuire a creare un senso di distacco da te stessa, ma anche dagli altri. Potresti accorgerti di incominciare a cercare relazioni concentrandoti soltanto sugli aspetti sessuali, ma sentendo di escludere tutta una parte di te, apparentemente non interessante per quell’oggetto che sei sul sito.
  • Rinforzo del narcisismo: ricevere costanti conferme legate quasi esclusivamente all’aspetto esteriore può incidere sul proprio narcisismo, acutizzandolo e rendendo le relazioni sempre più centrate sul proprio bisogno di conferme. Ricorda che questo vale per te tanto quanto per l’altro che incontri.

In generale, tutto questo stress legato all’immagine può contribuire a scatenare un senso di disagio e stress.
Cara C., i motivi per cui è sempre più frequente conoscersi su internet sono tanti e complessi.
È importante sapere che non c’è niente di male a confrontarsi con il proprio tempo, con le opportunità, le sfide e gli eventuali pericoli a cui ci espone. 
Internet fa parte della nostra quotidianità, e il miglior atteggiamento possibile è continuare a guardarlo con curiosità e apertura, conoscendolo così da poterne sfruttare gli innegabili vantaggi, senza correre troppi rischi di rimanerne feriti. 
Scoprire di poter chiedere aiuto, e di non essere soli nell’affrontare questo complesso viaggio nelle relazioni, può sicuramente essere la prima prova di quanto, se usato bene, internet possa far nascere anche buoni incontri.

MI SERVE AIUTO PSICOLOGICO? 

Se non stai bene psicologicamente, sei infelice e non appagata.
Se ti senti insoddisfatta delle tue relazioni sentimentali.
Se ti senti sola, indipendentemente dal numero di persone che incontri.
Se credi che il punto della questione sia oltre il solo uso di social e dating app.
Allora potrebbe esserti utile incontrare uno psicologo – psicoterapeuta.
Lo psicologo – psicoterapeuta è un professionista che si occupa di relazioni, il cui strumento principale è la relazione stessa. 
Nel corso degli incontri con lui potrai:

  • esprimere dubbi e perplessità rispetto all’uso dei social network e delle app di incontri, riflettere su quelli che consideri essere i rischi, o sul senso di vergogna che dici accompagnare questi pensieri;
  • cercare il compromesso migliore per te;
  • comprendere meglio il tuo stile relazionale e i meccanismi emotivi che lo condizionano;
  • lavorare sul tuo senso di solitudine, e fare ipotesi su come prendertene cura;
  • vivere un’esperienza di relazione, senza giudizi e valutazioni;

Un caro saluto.