Paura di guidare | Risolvere

Domande e risposte

LA PAURA DI GUIDARE: AMAXOFOBIA

Ansia, stress e paure
26/11/2021

Ho circa 70 anni e da circa 10 anni ho un handicap che è peggiorato. Ho il terrore di andare in auto, prima guidavo, poi ho dovuto smettere perché non mi sentivo più sicura ed ora assillo chi guida con il mio terrore. La notte precedente un viaggio non dormo e il giorno della partenza ho la pressione altissima. Nonostante faccio terapia antipertensiva, spesso vado al pronto soccorso per questo. Non faccio più vacanze e non vedo parenti lontani, oltre a litigare con mio marito per questo. Cosa posso fare? Grazie mille!

terapeuta Marta Crespi
risponde
Dott. Marta Crespi
Psicologia dell’adulto, valutazioni neuropsicologiche e valutazioni peritali

Buongiorno,
la paura di mettersi alla guida, nota anche come amaxofobia, è un timore molto diffuso e invalidante che condiziona la vita di chi ne soffre. È fondamentalmente un disturbo ansioso e, come tale, genera un forte senso di disagio, o come dici bene tu, di terrore. Sembra che quest’ansia sia collegata alle medie/lunghe percorrenze, tant’è che ti impedisce di godere anche di momenti piacevoli, come le vacanze. Immagino che tutto questo abbia stravolto le tue, le vostre, abitudini e abbia reso più difficile pianificare anche dei momenti per voi. Ci dici che è un disagio presente da tanto tempo, dieci anni, e che prima di allora guidavi tranquillamente: cosa è successo a un certo punto? Si è verificato un evento spiacevole o l’ansia che descrivi si è manifestata improvvisamente mentre eri alla guida? Capire questo aspetto potrebbe essere utile per comprendere la natura del tuo disagio, ovvero se siamo di fronte a una sensibilizzazione alla guida come conseguenza di una situazione spiacevole o se, invece, la mancanza di sicurezza che riscontri possa dipendere da qualcos’altro.

small-person
Puoi fissare un appuntamento di persona con uno dei nostri terapeuti. Ti aiuterà a dare forma al tuo problema ed individuare le giuste vie di uscita.
Incontra un terapeuta

QUANDO ANDARE IN MACCHINA DIVENTA UN PROBLEMA

Buongiorno,
la paura di mettersi alla guida, nota anche come amaxofobia, è un timore molto diffuso e invalidante che condiziona la vita di chi ne soffre. È fondamentalmente un disturbo ansioso e, come tale, genera un forte senso di disagio, o come dici bene tu, di terrore. Sembra che quest’ansia sia collegata alle medie/lunghe percorrenze, tant’è che ti impedisce di godere anche di momenti piacevoli, come le vacanze. Immagino che tutto questo abbia stravolto le tue, le vostre, abitudini e abbia reso più difficile pianificare anche dei momenti per voi. Ci dici che è un disagio presente da tanto tempo, dieci anni, e che prima di allora guidavi tranquillamente: cosa è successo a un certo punto? Si è verificato un evento spiacevole o l’ansia che descrivi si è manifestata improvvisamente mentre eri alla guida? Capire questo aspetto potrebbe essere utile per comprendere la natura del tuo disagio, ovvero se siamo di fronte a una sensibilizzazione alla guida come conseguenza di una situazione spiacevole o se, invece, la mancanza di sicurezza che riscontri possa dipendere da qualcos’altro.

 

AMAXOFOBIA: PERCHE’ SI PRESENTA

Come in tutti i disturbi d’ansia, anche il timore di guidare la macchina ha alla base una paura. Ci parli, infatti, di “terrore”: in che cosa consiste questo terrore? Capire cosa scatena la risposta ansiosa ci permetterebbe di inquadrare meglio il problema. Provo a fare degli esempi:

  • temi di perdere il controllo dell’auto? magari a causa di un attacco di panico o di uno svenimento;
  • ritieni di non essere in grado di evitare gli altri veicoli, in particolare se molto grossi come i camion?hai paura di non poter uscire dall’auto, se incominciassi a sentirti più agitata? 
  • hai paura di sbagliare strada, di perderti e trovarti in zone non conosciute?
  • pensi di non saper guidare adeguatamente il veicolo, esponendoti così al giudizio (negativo) altrui e facendo una brutta figura?
  • oppure temi l’insorgenza improvvisa di uno strano “istinto” che ti può portare a provocare un incidente?

Alla base di ognuno di questi esempi, e anche del terrore che ci descrivi, c’è un pensiero più “nascosto” che, se individuato, può aiutare a vivere con più facilità la guida dell’autoveicolo o anche l’utilizzo della macchina come passeggera.

 

QUANDO RIVOLGERSI A UNO PSICOTERAPEUTA

L’aiuto psicologico può essere uno strumento utile per riprendere in mano la propria vita e migliorare la propria autostima e senso di autoefficacia. Quando l’ansia diventa invalidante, ogni cosa diventa un ostacolo insormontabile e gli effetti a livello psicologico e fisico sono evidenti: tu stessa ci dici che non dormi e hai picchi ipertensivi che ti fanno correre al pronto soccorso. Se ci si da’ la possibilità di esplorare le motivazioni irrazionali” che sono alla base del tuo disagio , l’ansia può essere contenuta e gestita.
Spero che la mia risposta ti sia stata di aiuto.
Un caro saluto.

Vuoi fare una domanda?

Preferisci chiedere in modo anonimo l’opinione dei nostri terapeuti?

Ti basterà indicare uno pseudonimo e selezionare l’opzione utile ad oscurare la tua email.

Fai la tua domanda
fish
Se sei in una situazione di estrema difficoltà o sei in pericolo di vita non utilizzare questo sito, ma contatta tempestivamente uno di questi numeri:
118 Emergenza Sanitaria
112 Carabinieri
113 Polizia di Stato